Citazioni

NOTA: le citazioni per cui non è indicato l'autore sono di Bruno Cancellieri
Ognuno è in cerca di alleati.
Smettere di dare è come togliere.
Le falsità uniscono più delle verità.
Siamo tutti influencer, chi più, chi meno.
Abbiamo bisogno e paura gli uni degli altri.
Ognuno cerca di portare acqua al suo mulino.
La cultura è contagiosa, nel bene e nel male.
Ciò che non riusciamo a condividere ci divide.
Più una persona la pensa come me, più mi piace.
I primi della classe sono antipatici ai secondi.
Tutti vogliono la pace, ma alle proprie condizioni.
Certe appartenenze implicano certe non appartenenze.
La gente non ama chi non teme la sua disapprovazione.
Cosa vogliono gli altri da noi? Che siamo loro utili.
Si obbedisce per comandare e si comanda per obbedire.
È fastidioso discutere con uno che ha sempre ragione.
Il rispetto non c'è da aspettarselo, bisogna esigerlo.
Ogni donna vorrebbe essere la primadonna del suo uomo.
Cosa faccio per gli altri? Cosa fanno gli altri per me?
Chi non vede i difetti altrui non vede nemmeno i propri.
Le crisi di identità sono in realtà crisi di appartenenza.
Quando l'intolleranza è reciproca, la guerra è inevitabile.
A volte diamo ordini solo per il piacere di essere obbediti.
Se non disturbi nessuno non stai facendo nulla d'importante.
A volte parliamo solo per ricordare agli altri che esistiamo.
Sbagliare insieme o avere ragione da soli? Questo è il dilemma.
Noi tendiamo ad odiare le persone odiate da chi ci è simpatico.
L'uguaglianza la desidera chi non si sente superiore a nessuno.
La regola d'oro delle buone maniere è fingere di essere uguali.
Il timore della separazione è tutto ciò che unisce. Antonio Porchia
Non possiamo non imitare. Semmai possiamo scegliere chi imitare.
Se si vuole volare tutti insieme, non bisogna volare troppo alto.
In certi momenti saper tacere è più importante che saper parlare.
Non far sentire piccoli i piccoli, e fa' sentire grandi i grandi.
Non puoi conquistare nulla senza dare fastidio a qualcuno. Abba Eban
L'attenzione è la prima cosa che il dominatore esige dal dominato.
Abbiamo bisogno di qualcuno peggiore di noi per sentirci superiori.
Ciò che ti ho dato, lo so. Ciò che hai ricevuto, non lo so. Antonio Porchia
Chi gioca a carte scoperte con uno che gioca a carte coperte è perdente.
Non ha senso rispondere a domande di cui non si condividono i presupposti.
L'autoironia è un modo per evitare di ironizzare sul proprio interlocutore.
Ogni umano desidera interagire con altri umani, ma alle proprie condizioni.
Adeguati al tono della compagnia in cui sei. Philip Stanhope (Lord Chesterfield)
Ogni persona, per ogni altra persona, è un potenziale collaboratore e competitore.
Chi propone certe idee suscita ostilità in coloro che vivono in contrasto con esse.
Dio ha dato molto all’uomo; ma l’uomo vorrebbe ricevere qualcosa dall’uomo. Antonio Porchia
Occorre sbarazzarsi del cattivo gusto di voler andare d'accordo con tutti. Friedrich Nietzsche
Non si può costringere nessuno a dialogare, a rispondere alle nostre domande, a comprenderci.
Chi ha una buona conoscenza della natura umana sa cosa aspettarsi e cosa non aspettarsi dagli altri.
Una relazione è sostenibile finché per ciascuno degli interagenti i vantaggi superano gli svantaggi.
Le persone che si prostituiscono sono le sole che dicono chiaramente cosa offrono e cosa chiedono in cambio.
È difficile esprimere una opinione senza offendere qualcuno (presente o assente). E se nessuno si offende si tratta di una opinione banale.
Laddove non si riesce ad accordarsi su altre leggi, vale quella del più forte. Perciò, quanto più si è deboli, tanto più conviene accordarsi.
Siccome per essere felici abbiamo bisogno della cooperazione altrui, quando siamo infelici tendiamo a dare agli altri la colpa del nostro soffrire.
Chi cerca di superare se stesso viene fatalmente percepito, dalla maggioranza delle persone, come uno che cerca di raggiungere o superare gli altri.
Sei amato da una persona nella misura in cui sei (o le fai credere di essere) ciò che essa desidera che tu sia, pensi (o le fai credere di pensare) ciò che essa desidera che tu pensi, senti (o le fai credere di sentire) ciò che essa desidera che tu senta, vuoi (o le fai credere di volere) ciò che essa desidera che tu voglia, e fai (o le fai credere di fare) ciò che essa desidera che tu faccia.